Gå videre til indhold

Parker og natur i Chieti

De bedste naturanbefalinger fra lokale

Park
“Extremely beautiful beaches of broken shells and pebbles. It's a Natural Reserve”
  • 25 lokale anbefaler
Park
“The Majella National Park covers an area of over 74,000 hectares and touches the provinces of Pescara, L'Aquila and Chieti. It represents a green lung for the Abruzzo region and a natural oasis rich in vegetation, animals and cues for innumerable activities. Here are the top 10 things to do and see in the Majella National Park. 1. Trekking on the Majella Mountain 2. Guardiagrele 3. Roccacaramanico 4. Pennapiedimonte and Valle dell'Avello 5. Sighting of the fauna 6. Valle dell'Orta 7. Sulmona 8. Hermitage of San Giovanni all'Orfento 9. The table of the Brigands 10. Relax at the Baths of Caramanico”
  • 12 lokale anbefaler
  • 2 oplevelser
Park
“Beautiful and dramatic scenery, endless walking trails, tranquility, wide variety of flora and fauna.”
  • 14 lokale anbefaler
Park
“Grazie alla Via Verde potrai immergerti nella natura e passeggiare a piedi e in bicicletta lungo il vecchio tracciato della ferrovia. Scorci meravigliosi ed un panorama mozzafiato. Durante il tragitto troverai tanti ristoranti, bar e trabocchi con una grande varietà di cibi. ”
  • 8 lokale anbefaler
  • 5 oplevelser
Park
“Bellissimo e semplice trekking all'interno di uno scenario unico, passando per le Gole di San Martino fino ad arrivare al Monastero di San Martino in Valle [Beautiful trekking in amazing scenario of the San Martino Gorge, reaching the ancient Monastery of San Martino in Valle.”
  • 4 lokale anbefaler
  • 2 oplevelser
Andre gode udendørsoplevelser
“Belle cascate immersi nel verde di un parco naturale [ENG] Beautiful waterfall inside a natural parc, greeny area”
  • 5 lokale anbefaler
Park
“Un Parco tutto di montagna, la Montagna Madre d’Abruzzo nella parte più impervia e selvaggia dell'Appennino Centrale, la Montagna “Sacra”, perché pervasa da una sacralità monumentale che da sempre ispira profonda religiosità e per questo tanto cara al Papa Celestino V e agli eremiti. Il Parco del Lupo, dell'Orso, dei vasti pianori d'alta quota e dei canyons selvaggi e imponenti, ma anche il Parco degli Eremi, delle Abbazie, delle capanne in pietra a secco, dei meravigliosi centri storici dei Comuni che ne fanno parte. Un Parco che vi aspetta con tutto il calore, la gentilezza e l'ospitalità proprie dell'Abruzzo forte e gentile.”
  • 5 lokale anbefaler
Park
“Una riserva naturale vista mare, prenotate una visita guidata presso il centro informazioni presente in Lecceta e godrete di un'esperienza completamente immersi nella natura. Se sarete fortunati potrete vedere la testuggine di terra!”
  • 4 lokale anbefaler
Restaurant
“località immersa nel verde dove di giorno si può godere della massima tranquillità e i bimbi possono giocare tranquillamente e di sera si può cenare, ballare e ascoltare musica”
  • 2 lokale anbefaler
Park
  • 1 lokal anbefaler
  • 1 oplevelse
Park
“Un luogo di pace e di commemorazione custodito con cura e discrezione. Nel cimitero sono seppelliti 2617 militari provenienti da territori del Commonwealth britannico, di cui 2542 identificati e 75 ignoti, caduti nel corso della seconda guerra mondiale durante la battaglia per lo sfondamento della linea Gustav sul fiume Sangro, nel novembre - dicembre del 1943.”
  • 2 lokale anbefaler
Park
“The silver fir forests in peninsular Italy are now few and localized. One of the most substantial nuclei is located right in the municipality of Castiglione Messer Marino. The Abetina natural oasis of Selva Grande is a protected natural area established in 1996 and managed by the WWF where forests of firs and beeches, once used for wood and for the production of coal, cover pristine hills and valleys. The 800-hectare Abetina di Selva Grande is divided into three parts: the silver fir forest, the beech forest and the pasture areas. The silver fir presents itself alone, or mixed with beech and other species such as maples, including the rare Lobelius maple, the yew, the lime, the major ash, the mountain elm, the white hornbeam, the Turkey oak, the hazel and mountain rowan. The undergrowth is very rich, with very beautiful plants like the crocus, the scilla, the seal of Solomon and the aquilegia. Mammals are represented by the most noble species: wolf, wild cat, marten and roe deer. You can also observe peaks, including the rare black woodpecker, and many birds of prey, such as the goshawk, sparrow hawk, buzzard and, among the nocturnal, the tawny owl and the owl. The shadow of the branches and foliage is the realm of small birds such as the chaffinch, the bullfinch, the little flower and various tits. The best time to visit the oasis of the fir trees is late spring, summer and autumn: snow and frost dominate in winter.”
  • 1 lokal anbefaler